In vivo o in vitro? La sperimentazione animale

di Isabella Cioffi

Il capitolo analizza la rappresentazione mediatica del dibattito sulla sperimentazione animale, così come le tecniche comunicative dei due “schieramenti”, prendendo in esame casi di cronaca recente. Si parte dall’assalto animalista allo Stabulario del Dipartimento di Farmacologia della Statale di Milano. Si passa poi alla questione della Direttiva UE in materia, che vede tempi di approvazione particolarmente lunghi da parte del Parlamento italiano, a causa delle modifiche proposte dagli animalisti e avversate dal mondo accademico. Si parla, poi, di Caterina Simonsen, giovane affetta da quattro malattie rare, divenuta un caso mediatico grazie ai messaggi lanciati in retea favore dei test in vivo, a cui alcuni animalisti rispondono con insulti e minacce, aspetti di un atteggiamento violento che colpisce anche molti i ricercatori.Si analizzano, infine, le varie forme comunicative scelte dagli scienziati per difendere le proprie motivazioni, dalle iniziative divulgative alle manifestazioni in piazza, e i diversi strumenti utilizzati, dalla carta stampata al web, inclusi i social network.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...